Bracco - Life from inside
Bracco for
a sustainable
future
Bracco - Life from inside

Il CDI: dalla parte dei pazienti

Tra prevenzione, cura e innovazione

Il CDI: dalla parte dei pazienti

Il Centro Diagnostico Italiano (CDI) è parte integrante del nostro Gruppo:
rete lombarda di strutture sanitarie poliambulatoriali
completamente orientata alla comunità,
dal 1975 fornisce servizi e prestazioni di prevenzione, diagnosi e terapia.
Il suo obiettivo?
Migliorare costantemente la qualità dei propri servizi
e puntare all’eccellenza tecnica.

25 sedi sul territorio lombardo
+18 milioni di pazienti seguiti dal 1975
~1000 operatori
236 KPI monitorati per controllo qualità e sicurezza
4,6 milioni di analisi all’anno

Joint Commission International (JCI)


La qualità delle prestazioni offerta dal CDI è stata certificata dalla Joint Commission International (JCI) negli anni 2006, 2009, 2012, 2015 e 2018.

I servizi erogati

Con a cuore la salute dei pazienti e orientato all’innovazione e alla tecnologia, il CDI mette le proprie competenze a disposizione di più aree di intervento:

  • check up personalizzati per ciascun paziente;
  • laser femtosecondi, per la chirurgia oculistica e refrattiva;
  • diagnostica funzionale cardiovascolare;
  • Cyberknife, per il trattamento radioterapico dei pazienti con malattie neoplastiche;
  • Ikonyscope, per la diagnosi del cancro della cervice uterina;
  • medicina del lavoro, orientata alla correttezza dei protocolli sanitari e agli accertamenti preventivi e periodici del personale nelle aziende.

Ogni anno:

250.000 procedure di diagnostica per immagini
660.000 prestazioni
50 specializzazioni cliniche
70.000 prestazioni di medicina del lavoro
+11.000 pazienti di radiochirurgia

Al cuore del CDI: il miglioramento costante di qualità e sicurezza dei servizi

Il CDI – così come tutto il nostro Gruppo – crede fermamente nel valore dell’innovazione, che implementa attraverso un sistema di gestione basato sulla metodologia PDCA (Plan Do Check Act) e l’approccio RBT (Risk Based Thinking). Non solo: sin dal 1997 il Sistema di Gestione per la Qualità del CDI ha ottenuto la certificazione internazionale UNI EN ISO 9001, standard di riferimento internazionale attraverso cui assicura il costante miglioramento delle prestazioni erogate e la verifica del raggiungimento degli obiettivi prefissati.

Digitalizzazione. Il CDI investe nell’innovazione digitale – in infrastrutture e tecnologie – orientata ai suoi dipendenti e pazienti, e ne monitora continuamente KPI strategici.

La protezione dei dati personali. Il CDI ha adottato policy e procedure per minimizzare l’impatto dei trattamenti dei dati su libertà e diritti fondamentali della persona. Esempi concreti sono:

  • il potenziamento dei sistemi di sicurezza e protezione dei dati anche attraverso l’adozione di OneTrust, software avanzato per la gestione della privacy dei dati;
  • la creazione di una cultura interna, attraverso la formazione diretta al personale.

Innovazione digitale: novità 2019

  • App CDI Care rivolta al paziente
  • Sito CDI
  • Machine learning e AI per il controllo automatico della conformità dei referti
  • Virtualizzazione infrastruttura
  • Livechat sul sito web per richiedere informazioni
  • Tab4Checker per ispezioni completamente digitalizzate
Il CDI: dalla parte dei pazienti

L’attenzione verso comunità e territorio

Contribuire positivamente alla vita delle persone: è un impegno che il CDI mantiene anche al di fuori delle proprie strutture. Da sempre si dimostra vicino ai territori in cui opera attraverso partnership e attività per la promozione di manifestazioni sportive, sociali, di prevenzione e divulgative.

Le iniziative del 2019

  • Centro Accoglienza Ambrosiano Onlus, con l’offerta di test di prevenzione sanitaria e l’organizzazione di incontri sui temi della genitorialità e della sana alimentazione.
  • AIRC (Associazione per la Ricerca sul Cancro), con la messa a disposizione di spazi per le raccolte fondi.
  • Fly Cycling Team, con la campagna di sensibilizzazione contro il diabete.
  • ANDOS (Associazione Nazionale Donne Operate al Seno) e Pink Parade, per la sensibilizzazione alla ricerca e prevenzione del tumore al seno.
  • Beach Volley, con la sponsorizzazione dell’evento internazionale e l’offerta di sedute fisioterapiche gratuite.
  • Progetto Itaca, a favore dell’inclusione sociale di persone con disabilità e con l’attivazione di due contrati di tirocinio part-time durante l’anno.